“E’ un delicato bere l’estate alli gran caldi e non ha pari bevanda la sera a tutto pasto…”.

Così Sante Lancerio, bottigliere di papa Paolo III, nel XVI sec descriveva i vini del Cilento.

Come dargli torto. I vini del Cilento sanno di storia, di mare, di collina, di passione, e del sole che illumina e rende fertile questo territorio.

Paestum, in particolare, vanta una lunga tradizione viticola ed enologica già ai tempi dei greci e romani, una storia che nel 1995 ha portato alla creazione della denominazione Paestum I.G.T., una delle più importanti della Campania.

I vitigni locali furono introdotti ad Elea e a Paestum dagli antichi colonizzatori greci, che trovarono nel clima mite e nella natura argillosa-calcarea del terreno le condizioni necessarie per una produzione di qualità.

  • L’indicazione IGT

L’indicazione geografica Paestum IGT garantisce particolari condizioni ambientali e di lavorazione dei vigneti che rimandano alla tradizione e che sono sinonimo di alta qualità e ricercatezza dei prodotti.

I vini IGT Paestum vengono prodotti nei vigneti del basso e dell’alto Cilento, un territorio multiforme, che spazia dalle colline, alle pianure, fino alle coste, aree diverse con caratteristiche e microclimi specifici che rendono possibile la selezione e coltivazione di specifiche qualità d’uva, tra cui ricordiamo l’Aglianico, l’Asprinio, il Barbera, il Coda di Volpe, il Fiano, il Greco, il Moscato bianco, il Piedirosso, il Primitivo e il Sciascinoso.

 

  • Gli abbinamenti

I vini rossi Paestum IGT si sposano alla perfezione con carne rossa, le tipiche preparazioni a base di verdura della cucina cilentana, e i formaggi di media stagionatura.

I vini bianchi, invece, sono l’ideale con tutti i piatti della cucina marinara, ma anche le preparazioni a base di legumi e, in particolare, con l’immancabile mozzarella di bufala campana D.O.P.

Infine i rosati, che sono in armonia con antipasti a base di salumi e le preparazioni a base di carne bianca.

Ovviamente, al momento dell’ordinazione non esitate a chiedere consigli agli addetti al servizio, che meglio di noi sapranno indicarvi l’abbinamento perfetto.

  • I tour di degustazione

Se state trascorrendo le vostre vacanze nel Cilento, non potete non far tappa in una delle cantine della zona, dove sarete accolti con veri e propri tour delle cantine. I viticoltori saranno lieti di raccontarvi la storia delle loro aziende ed accompagnarvi nei vari percorsi di degustazioni. Il tutto in un’atmosfera suggestiva e quasi fuori dal tempo.

Una bella passeggiata nei vigneti, una sosta tranquilla nelle aree di degustazione dove assaporare i vari abbinamenti dei vini IGT con i prodotti tipici della zona vi regaleranno un’esperienza sensoriale e di gusto a dir poco sorprendente.

Nel corso dell’anno, e in estate in particolar modo, alcune cantine in collaborazione con le strutture ricettive locali e le associazioni del territorio organizzano diversi eventi di degustazione e sagre in cui è possibile assaggiare i vini Paestum IGT e i piatti della cucina tradizionale.

A causa del delicato momento di pandemia da Covid-19 che stiamo vivendo, molti i questi eventi sono stati annullati nel 2020 e sospesi nel 2021, ma noi siamo fiduciosi che quest’estate 2021 ci possa regalare la possibilità di prendervi parte, nel rispetto delle normative.

“Et però credo che molta felicità sia agli homini 

che nascono dove si trovano i vini buoni.”

Leonardo da Vinci (1452 – 1519)

 

 

 

 

Apri la chat
Hai bisogno di aiuto?