Le Gole del Calore, un’area protetta, incontaminata, suggestiva e affascinante del Cilento, circondata da un silenzio quasi irreale.

Siamo a Fellitto, provincia di Salerno; qui in 120 ettari di terreno si trovano le Gole del Calore, una serie di cinque profonde incisioni scavate nella roccia dal fiume omonimo, dal ponte medievale situato a valle di Fellitto fino ai confini con il territorio di Magliano.

  • La scultura delle acque

Dal Monte Cervalti il fiume Calore nei millenni ha scavato nella roccia con l’impeto delle sue acque, creando scanalature, aperture, rientranze, pareti frastagliate, ponti.

Il territorio di Fellitto ospita, in particolare, la quarta e la quinta gola che d’estate sono meta di molti turisti attirati dalle bellezze inusuali del paesaggio come le “marmitte dei giganti”, suggestive aperture circolari sulle rocce scavate dai mulinelli d’acqua generati dalle correnti fluviali. Non solo turisti, in verità; le Gole del Calore hanno avuto negli ultimi anni una vasta risonanza che hanno spinto in questi luoghi molti studiosi e ricercatori affascinanti dalle numerose specie faunistiche e dalla flora rigogliosa.

In questo luogo quasi magico le particolari condizioni climatiche hanno favorito, infatti, la crescita di una lussureggiante vegetazione che vanta anche alcune specie rarissime e in alcuni casi autoctone.

Boschi, ruscelli, cascate, ponti medioevali, paesaggi mozzafiato, una tappa immancabile se siete in vacanza nel Cilento adatta a tutti, da 0 a 99 anni.

 

  • Gole del Calore: attività

Prendere il sole, fare il bagno nelle acque del fiume, organizzare un pic-nic nelle aree attrezzate, ma anche molto altro.

  • Escursioni in pedalò

Una guida ci accompagna in questa passeggiata sul fiume di circa 30 minuti, raccontando curiosità e caratteristiche di questo luogo quasi magico.

  • Escursioni in canoa

Per gli amanti dell’avventura e degli sport acquatici, questo sicuramente è il miglior modo per assaporare il gusto di un viaggio nella natura incontaminata e selvaggia, lasciandosi affascinare dalla flora rigogliosa e dalla fauna che fa capolino, lontre, trote, merli, martin pescatori, salamandre.

  • Trekking

Percorsi di varie lunghezze e difficoltà, sentieri che incontrano le esigenze di tutti: dalla semplice passeggiata lungo il fiume per le famiglie agli itinerari per i trekker più esperti. Per gli amanti dell’equitazione è possibile anche percorrere alcuni sentieri ippici in compagnia di guide esperte.

trekking

  • Torrentismo

Uno sport divertente per i più temerari ma che necessita di alcune capacità fisiche e di acquaticità. Muniti di muta, salvagente, caschetto e scarponcini, si scende in acqua e si cammina sul greto del fiume, lasciandosi trasportare dalla corrente, nuotando, facendo tuffi. Un percorso di circa 4 ore di pure divertimento a stretto contatto con la natura selvaggia e inesplorata.

torrentismo gole del calore

Merita assolutamente di essere visitata la grotta di Bennardo che si trova proprio nella zona più esposta al sole dove si apre uno scorcio panoramico delle gole viste dall’alto.

La grotta fu il rifugio dei briganti per sfuggire alla legge. In seguito fu abitata da un eremita di nome Bennardo dal quale prese poi il nome. Nella grotta è ancora possibile visitare i resti del forno, di una piccola cavità nella roccia usata per conservare i cibi sotto sale, due piccole stanze e l’arco del portale di ingresso.

 

E poco lontano dal fiume, la giornata continua con la visita guidata al centro storico di Fellitto che vi ammalierà con il suo affascinante feudo medioevale ricco di storia.

 

Non solo natura incontaminata e storia secolare, ma anche cultura dell’accoglienza e dell’ospitalità; a Fellitto e dintorni ci sono tante strutture ricettive dove assaggiare i piatti della tradizione contadina, come i famosi fusilli di Fellitto, in uno dei percorsi gastronomici che propongono solo prodotti di alta qualità.

CHIUDI
CHIUDI