Arte, storia, cultura, paesaggi mozzafiato, mare blu, spiagge sabbiose, e buona cucina.

Capaccio Paestum, un territorio dai mille colori, sospeso tra il verde delle colline lussureggianti e l’azzurro delle acque, da anni ormai Bandiera Blu, tra un passato che affonda le radici nel suo status di colonia della Magna Grecia e un presente che vive di tradizioni e modernità, perfettamente armonizzate.

Capaccio si trova sulla costa meridionale del Golfo Meridionale di Salerno, a soli 8 km dalla foce del fiume Sele.

Il nome sembra derivare dal latino caput aquae, origine dell’acqua, per la presenza del fiume Accio, le cui sorgenti sgorgano dal monte su cui fu costruito il paese; secondo altri storici invece deriverebbe dal latino Calpatium, ossia il Monte Calpazio.

Una città che ha dato il suo contributo nel corso dei secoli, prima come colonia greca, poi come alleata dei romani nel corso delle guerre Puniche contro Annibale. Dopo la fine dell’Impero Romano, anche Capaccio Paestum subì un forte periodo di decadenza, per poi riscoprire il suo splendore a partire dal XVIII secolo fino ai giorni nostri.

Oggi Capaccio Paestum è un territorio di impagabile bellezza, in grado di offrire al visitatore un’esperienza turistica a 360°, a partire dal suo centro storico con i portali e la torre campanaria.

  • Capaccio Paestum, sito archeologico

Nella sua area sorge l’area archeologica di Paestum, le cui rovine, meravigliosamente conservate, hanno meritato il riconoscimento dell’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità

Non bastano poche righe per descrivere l’immensità dello spettacolo e il turbinio di emozioni che suscitano i templi del parco archeologico di Paestum.

Dedicheremo una tappa del nostro tour interamente a questo sito archeologico. Intanto non possiamo non “obbligarvi” a dedicarvi almeno un giorno della vostra vacanza, per visitare non solo il parco archeologico, ma anche il museo dove sono conservate preziose testimonianze della vita quotidiana e dell’attività artistica e artigianale dell’antica città.

Vi aspetta un vero e proprio salto nel passato della colonia greca.

A circa 9 km da Paestum sorge poi l’heraion, il santuario di Hera Argiva che secondo la tradizione fu edificato da Giasone e gli Argonauti durante il loro viaggio alla ricerca del vello d’oro.

  • Capaccio Paestum, profumo di mare

Mare blu, lunghissime spiagge sabbiose, ombrose pinete. Capaccio Paestum offre ai suoi visitatori innumerevoli strutture ricettive, che possono soddisfare tutti i gusti e le esigenze, dai più eleganti hotel per gli ospiti più esigenti, agli attrezzatissimi camping per chi non vuole rinunciare al contatto con la natura.

Una località turistica che da ben 6 anni consecutivi ottiene il riconoscimento Bandiera Blu, il titolo che certifica la qualità non solo delle acque di balneazione, ma anche dei servizi offerti e della gestione eco-sostenibile dell’intero territorio.

Per gli amanti del relax e della tintarella, 13 km di spiaggia sabbiosa e fine con numerosissimi stabilimenti per ogni gusto ed età.

Per i più dinamici, numerosi sono le escursioni e i tour in barca per visitare grotte, anfratti, spiagge solitarie.

spiagge paestum

  • Capaccio Paestum, la lunga tradizione cristiana

Capaccio Paestum ha conosciuto un fenomeno di cristianizzazione relativamente prococe: infatti sono documentati martirii al tempo di Diocleziano. Nel 370 d.C. un pestàno, Gavinio, vi portò il corpo dell’apostolo San Matteo, poi trasferito a Capaccio Vecchia ed infine a Salerno.

In alcuni casi, come il santuario della Madonna del Granato, sopravvivono nel culto cristiano alcuni elementi del culto pagano.

I fedeli in cerca di pace e meditazione le troveranno nel santuario di Getsemani, dall’architettura piuttosto moderna, costruito in onere di Gesù che prega nell’orto degli ulivi. Al suo interno vi è una statua che rappresenta il figlio di Dio inginocchiato a pregare nel Getsemani. Il santuario è circondato da un bellissimo parco e gode di un magnifico panorama.

Getsemani

Da vedere il Convento dei frati minori, che nel suo chiosco affrescato ospita spesso manifestazioni culturali e mostre fotografiche, di pittura e scultura e la Chiesa di S. Pietro Apostolo, del ‘700 con pregevole portale e volte decorate e affrescate, e la Chiesa della SS Annunziata che si trova all’interno del sito archeologico di Paestum e che incanta per la sua semplicità romanica.

 

  • Capaccio, shopping per tutti

Sono numerosi i negozi che vendono prodotti enogastronomici tipici del luogo o di artigianato locale.

Caratteristici i negozi di souvenir che raffigurano i simboli di Capaccio-Paestum legati all’antichità quali i templi o la Tomba del Tuffatore.

C’è poi l’imbarazzo della scelta tra i tanti caseifici e aziende agricole, dove acquistare i prodotti tipici del posto, come la mozzarella di bufala DOP, i vini, i carciofi di Paestum IGT, ecc.

caseifici

Per le fashion addict, non può mancare un giro al centro commerciale Cilento Outlet Village che si trova lungo la Strada Statale, ad Eboli.

 

  • Capaccio, aree verdi e sport

Il territorio di Capaccio Paestum non è solo mare; non mancano, infatti, aree verdi attrezzate dove fare anche sport come il Convento francescano di Capaccio con i campi di calcio, tennis, bocce e il percorso trekking presenti nell’area denominata Oasi Sant’Antonio. Recentemente il comune, retto dal sindaco Franco Alfieri, ha deciso di installare nuove attrezzature per la pratica sportiva nell’area verde di Piazza Santini. Gli escursionisti apprezzeranno gli itinerari del Monte Stella, con un panorama sulla piana del Sele e sul Golfo di Salerno a dir poco affascinate ed emozionante e con il Santuario di Maria SS del Sacro Monte, meta di numerosi pellegrini.

Ma le attività sportive che si possono praticare a Capaccio non finiscono qui: attività di rafting sul fiume Calore, trekking, escursioni a cavallo, giri in bicicletta, tour in canoa, pesca sportiva ed escursioni in barca.

 

Capaccio Paestum, la buona cucina

La mozzarella di Bufala Campana DOP, il carciofo, l’olio d’oliva, il pesce fresco. Capaccio Paestum è sinonimo di buona cucina per tutti i palati.

Ricette della tradizione, nuovi esperimenti culinari, antiche trattorie, raffinati e moderni ristoranti, agriturismi per tutta la famiglia.

Un territorio che sa ospitare e accogliere, e deliziare con i suoi piatti e i suoi servizi grandi e piccini.

Nelle lunghe giornate di relax non può mancare una sosta in uno dei numerosi caseifici della zona, sia per l’acquisto diretto dei prodotti che per una giornata di degustazione e divertimento nelle aree verdi con cui sono attrezzati.

E per gli amanti del buon vino, sono diversi anche i tour vinicoli alla scoperta dei vini locali, a marchio Paestum IGT.

 

 

Apri la chat
Hai bisogno di aiuto?